Trading in opzioni: cos'è esattamente?

Spiegazioni, pro & contro e pericoli

negoziazione di contratti di opzione

Qui potete leggere le informazioni sulle opzioni e sul trading di opzioni. Cos'è, come funziona e quali sono i pericoli? In questo articolo cerchiamo di spiegarvi le basi del trading di opzioni in modo che possiate decidere da soli se fa per voi!

Che cos'è un contratto di opzione?

Un contratto di opzione è un derivato che gli acquirenti dei contratti (i detentori di opzioni) il diritto (ma non l'obbligo) dare la possibilità di acquistare o vendere un'attività in un determinato momento del futuro a un prezzo prestabilito. Questo differisce da un contratto future in cui si ha l'obbligo di acquistare o vendere un'attività in un determinato momento del futuro. I contratti di opzione possono essere utilizzati per azioni, indici, materie prime, criptovalute e forex.

Le opzioni si dividono generalmente in contratti "call" e "put". In un opzione call compra all'acquirente del contratto il diritto di acquistare l'attività sottostante in futuro a un prezzo predeterminato chiamato prezzo di esercizio. In un opzione put l'acquirente acquisisce il diritto di vendere l'attività sottostante in futuro al prezzo prestabilito.

Quando si acquista un'opzione, un cosiddetto premio addebitato. L'aspetto positivo di un'opzione è che si ha la possibilità (opzione) di acquistare l'attività a un determinato prezzo. Se il prezzo è sfavorevole per il titolare dell'opzione, questi lascerà scadere l'opzione e non eserciterà il diritto di acquisto. Se il prezzo è favorevole, il diritto di acquisto verrà naturalmente esercitato.

Termini importanti nelle opzioni

  • Titolare dell'opzioneIl proprietario (acquirente) del contratto d'opzione.
  • Scadenza dataLa data in cui un contratto scade e il titolo cessa di esistere. Le opzioni devono essere esercitate entro questa data, altrimenti non hanno valore.
  • Prezzo di esercizioChiamato anche "prezzo di esercizio". È il prezzo indicato nel contratto al quale il titolare del contratto può esercitare la propria opzione a una certa data futura.
  • Opzione putUn tipo di opzione che dà al detentore il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare l'attività sottostante. vendere a un prezzo di esercizio concordato a una data specifica.
  • Opzione callUn tipo di opzione che dà al possessore il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare il titolo sottostante. acquistare a un prezzo di esercizio concordato.
  • Opzione di scritturaScrivere un nuovo contratto di vendita.
  • Esercizio dell'opzioneIl titolare di un contratto esercita il diritto di acquistare o vendere il titolo sottostante al prezzo di esercizio stabilito.
  • AilIl denaroUn'opzione in cui il prezzo del titolo sottostante è in una posizione favorevole per il detentore rispetto al prezzo di esercizio. Con un'opzione call si è in-the-money se il prezzo del titolo sottostante è superiore al prezzo di esercizio. In un'opzione put, si è in-the-money se il prezzo del titolo sottostante è inferiore al prezzo di esercizio.

Che cos'è il trading di opzioni?

Il trading di opzioni è molto simile al trading di azioni o di altre attività volatili. I trader di opzioni ottengono un profitto acquistando contratti di opzione e vendendoli a un prezzo più alto. Proprio come i trader di azioni possono prendere una posizione corta su azioni che ritengono possano scendere di valore, i trader di opzioni possono fare lo stesso con i contratti di opzione attraverso opzioni put e call.

Se prevedete che il prezzo di un'azione, di una criptovaluta o di una merce sottostante aumenti di valore, acquistate un'opzione call, che vi dà il diritto di acquistare l'attività sottostante a un prezzo fisso.

Se prevedete che l'attività sottostante scenda di valore, acquistate opzioni put, che vi danno il diritto di vendere l'attività sottostante a un prezzo fisso. 

Tuttavia, non è necessario esercitare questo diritto per ottenere comunque un profitto. Potete anche vendere l'intero contratto. In tal caso, si colloca un "vendere per chiudere l'ordine". In questo modo realizzerete i vostri guadagni o limiterete le vostre perdite. Se avete aperto una posizione corta su un contratto di opzione, potete anche riacquistare tali contratti per chiudere la posizione. Questa operazione si chiama "ordine di acquisto per la chiusura".

opzioni cripto deribit

Opzioni di scrittura

Oltre all'acquisto o alla vendita di contratti di opzione come titolare di un'opzione, esiste anche la possibilità di scrivere opzioni. La scrittura di un'opzione consiste nella vendita di un contratto di opzione in cui l'autore riceve una commissione (premio) in cambio del diritto di acquistare o vendere azioni a un prezzo e a una data futuri.

Quando scrivete un'opzione, mettete la decisione nelle mani del titolare dell'opzione in cambio di un premio. Come il titolare sceglie di esercitare la sua opzione, voi avete l'obbligo di vendere l'attività sottostante al prezzo di esercizio (nel caso di un'opzione call) o di acquistare l'attività sottostante da lui al prezzo di esercizio (nel caso di un'opzione put).

Mentre quando si acquista un contratto di opzione, il profitto può essere infinito, quando si scrive un contratto di opzione, invece, la perdita può essere infinita. Ciò può accadere se il prezzo si muove violentemente a vostro svantaggio.

Esercizio delle opzioni

In genere, i trader di opzioni realizzano profitti acquistando, vendendo e scrivendo opzioni, piuttosto che esercitarle effettivamente. A seconda della strategia dell'investitore, può anche capitare che l'opzione venga esercitata. A questo punto dovrete acquistare o vendere il titolo sottostante alla data prestabilita.

Spread di opzioni

Gli spread di opzioni o option spread rendono il trading di opzioni molto interessante. Con la strategia dello "spread di opzioni", si prende posizione su due o più contratti di opzione basati sulla stessa attività sottostante. Questo perché vi permette di gestire meglio il rischio e di ottenere profitti più facilmente. Tuttavia, dovrete tenere d'occhio l'operazione in modo molto attivo. 

Esistono diversi tipi di spread che si possono creare. Gli spread sono utilizzati nella maggior parte delle strategie di trading in opzioni. Sebbene alcune strategie possano essere molto complicate, ve ne sono altre piuttosto semplici.

Dove acquistare le opzioni?

Esistono diversi broker di opzioni che permettono di stipulare contratti di opzioni. Alcuni noti broker di opzioni sono:

Sul fronte delle criptovalute, raccomandiamo le seguenti borse per le opzioni sulle criptovalute:

Delta, Gamma, Vega e Theta

Delta, gamma, theta e vega sono note anche come "greche" o "greche delle opzioni" e sono molto importanti da capire se si vuole fare trading di opzioni. Le "greche" aiutano infatti a prevedere come le opzioni reagiranno alle diverse variazioni di mercato dell'attività sottostante.

Di seguito, li illustriamo brevemente:

  1. Delta: Considerata la greca più importante, il delta rappresenta la misura in cui il premio dell'opzione fluttua quando il prezzo dell'attività sottostante si muove. Con un delta di 0,7, significa che se il prezzo dell'attività sottostante aumenta di 1 euro, il prezzo del premio dell'opzione aumenta di 0,70 euro.
  2. GammaIl Gamma è correlato al Delta e riflette la variazione del valore del Delta. Se il Delta aumenta di 0,05, il Gamma è pari a 0,05.
  3. Vega: Vega prevede come il prezzo dell'opzione reagirà alle variazioni della volatilità implicita (IV). Volatilità implicita si riferisce alla probabilità di variazioni del prezzo di un determinato bene in futuro. L'IV aumenta in caso di incertezza o di grandi notizie, mentre diminuisce nei periodi di calma. Il Vega misura l'entità dell'aumento o della diminuzione del premio in base a una variazione di 1% dell'IV ipotizzato. Le opzioni a lungo termine tendono ad avere un Vega più alto di quelle a breve termine. Una diminuzione della volatilità dell'azione, dell'indice, della commodity o della criptovaluta sottostante rende le opzioni più economiche. L'aumento della volatilità rende il premio delle opzioni più costoso. Questo ha senso, perché in tal caso è più alta l'aspettativa di poter ottenere più facilmente profitti in futuro con l'opzione.
  4. Theta: Il theta indica quanto valore estrinseco perderà un'opzione dopo un giorno se tutte le altre condizioni rimangono costanti.

Trading di CFD e di opzioni

In un CFD, si stipula un contratto per speculare sulla variazione di prezzo di un'attività dal momento in cui si apre la posizione fino al momento in cui la si chiude. Con un'opzione si acquista il diritto (ma non l'obbligo) di scambiare un'attività a un prezzo fisso. Quindi, con le opzioni, avete la possibilità di fare un opzione call esercizio per acquisire l'attività sottostante. I CFD non danno la possibilità di possedere l'attività sottostante.

Inoltre, le CFD per altri strategie di trading utilizzati rispetto alle opzioni. Questo perché i CFD sono adatti a diversi stili di trading come lo scalping, il day-trading o lo swing trading. Le opzioni, invece, sono fondamentalmente più adatte allo swing trading.

Un'altra differenza è la determinazione dei prezzi che viene calcolato in modo diverso. Con i CFD, il prezzo del CFD nel contratto riflette lo stesso prezzo dell'attività sottostante. Nel caso delle opzioni, il calcolo è un po' più complesso. In questo caso si tiene conto anche dei prezzi teorici mediante formule matematiche.

C'è anche una differenza di costi di transazione. Con i CFD si pagano diversi tipi di commissioni di transazione, mentre con le opzioni si pagano solo le commissioni di intermediazione. Se alla fine eseguite l'opzione call, pagate ulteriori commissioni di transazione.

Infine, le CFD sono sempre OTC Tuttavia, le opzioni possono essere negoziate anche nelle borse centrali. 

I vantaggi delle opzioni

  1. Il vantaggio principale dell'acquisto di opzioni è che si possono ottenere grandi profitti con un rischio limitato. Questo perché la perdita è limitata solo al premio pagato dall'opzione.
  2. Le opzioni possono essere utilizzate come leva finanziaria. Ad esempio, un investitore che voglia investire 10.000 euro in una società può potenzialmente ottenere un rendimento molto maggiore acquistando 10.000 euro di opzioni call su quella società, piuttosto che acquistando 10.000 euro di azioni di quella società.
  3. Le opzioni possono essere utilizzate come copertura del rischio. In altre parole, se avete già un'esposizione elevata a una società e volete ridurla, potete coprire il rischio vendendo opzioni put contro la società.

Gli svantaggi delle opzioni

  1. I contratti di opzione possono essere molto complessi e difficili da valutare. Si tratta di strumenti d'investimento sofisticati, non adatti a investitori inesperti. 
  2. Un altro svantaggio è che un contratto di opzioni è completamente privo di valore se, alla scadenza del contratto, il titolo sottostante non si è mosso abbastanza da essere in-the-money. Se si stipulano spesso contratti out-of-the money, le perdite possono aumentare.
  3. La scrittura di opzioni è ad alto rischio perché, in teoria, si assume un rischio illimitato e i profitti sono limitati al premio (prezzo) ricevuto per l'opzione.

Strategie di opzione

Nel trading di opzioni si possono adottare diverse strategie. La strategia da seguire dipende dal rischio che si vuole correre. Di seguito sono illustrate tre strategie adatte ai principianti.

Strategia straddle

Lo straddle è una combinazione di opzioni Call e Put sullo stesso titolo sottostante con la stessa data di scadenza e lo stesso prezzo d'esercizio. I trader che utilizzano questa strategia partono dal presupposto che l'attività sottostante subirà un violento movimento di prezzo, ma non sanno ancora in quale direzione.

Si tratta di una strategia di opzioni difensive. Il titolo sottostante deve muoversi solo di un importo superiore al premio pagato per acquistare le opzioni. In questo modo, gli investitori in opzioni anticipano un grande movimento. Non importa se questo movimento è al rialzo o al ribasso. È possibile utilizzare questa strategia nei giorni in cui si verifica un evento intenso il cui esito è ancora incerto. Si pensi, ad esempio, all'esito delle elezioni statunitensi. 

Strategia di opzioni call coperte

Se avete investimenti a lungo termine, una covered call può essere a volte una manna dal cielo. Con una covered call, acquistate le azioni, le criptovalute o altri asset volatili e sottoscrivete un'opzione call per venderli. In questo modo si riduce il rischio del portafoglio attuale e si ha la possibilità di realizzare un profitto sull'opzione.

Strategia Iron Condor

Si utilizza la strategia Iron Condor se si presume che il mercato rimarrà neutrale e non farà grandi movimenti di prezzo. Con questa strategia, non importa se il prezzo sale o scende. 

Con la strategia Iron Condor, si vende una put e se ne acquista un'altra a un prezzo d'esercizio inferiore (detto anche put spread), e si combina l'acquisto di una call e la vendita di una call a un prezzo d'esercizio superiore (call spread). In questo modo si acquistano sempre 4 opzioni e la perdita massima è nota in anticipo. Si tratta della differenza tra i prezzi d'esercizio delle opzioni scritte e acquistate, meno il premio ricevuto.

Se il prezzo rimane tra le due put o call, si ottiene un profitto, mentre se il prezzo sale al di sopra o al di sotto degli spread si subisce una perdita. La probabilità di profitto è alta con questa strategia, ma i profitti tendono a essere minori.

Esempi di trading in opzioni

L'articolo si conclude con esempi di calcolo di contratti di opzioni, in cui potrete decidere da soli se il trading di opzioni fa per voi.

Esempio di calcolo dell'opzione straddle

Supponiamo che il prezzo sia attualmente di 50 euro e che si paghi un premio totale di 5 euro sottoscrivendo 2 opzioni. Il prezzo di pareggio dell'attività sottostante è compreso tra 45 e 55 euro. Se il prezzo sale al di sopra o al di sotto di questi estremi prima della data di scadenza, si ottiene un profitto. I profitti sono illimitati, ma la perdita massima è di 5 euro (il premio pagato) per unità. Se si punta su un moltiplicatore di 50, la perdita massima è di 250 euro.

Esempio di opzione call coperta

In questo esempio, ipotizziamo che abbiate una posizione di 50 azioni Tesla. Il prezzo delle azioni è sceso a $180 entro il 2023. Prevedete che il titolo salirà leggermente in futuro. Per garantire il vostro profitto, vendete ancora 1 contratto di opzione call con prezzo d'esercizio di $190 con scadenza tra sei mesi (un contratto di opzione call corrisponde a 50 azioni). Il premio di questa opzione call è di $5 per ogni azione del contratto.

Il vostro futuro pagamento dipende dal prezzo dell'azione a sei mesi da oggi. I risultati possibili sono tre:

1) Il prezzo delle azioni rimane di $180 per azione.

In questo scenario, l'acquirente non eserciterà l'opzione call perché non ottiene un rendimento. Poiché il prezzo è rimasto invariato, non avete ottenuto un rendimento sull'azione. Tuttavia, guadagnerete $5 per azione grazie al premio della call. (50*5) = $250 di profitto.

2) L'azione sale a $200,00

Se il prezzo dell'azione sale a $200 per azione dopo sei mesi, l'acquirente eserciterà l'opzione call. Riceverete $190 per azione (prezzo di esercizio dell'opzione) e $5 per azione del premio della call. In questo scenario di covered call, avete sacrificato una piccola parte del profitto potenziale in cambio di una mitigazione del rischio. Il profitto (50*15) è di $750, ma se non aveste scritto l'opzione call, il vostro profitto sarebbe stato di (50*20)= $1000. In realtà, ora state perdendo un profitto di $250 perché avete aggiunto l'opzione call.

3) Il prezzo delle azioni scende a $160,00

Come nello scenario 1, l'acquirente non eserciterà l'opzione call perché è out-of-money (il prezzo di esercizio è superiore al prezzo di mercato). Il titolo perderà $20 per azione, ma il premio della call di $5 per azione compenserà parzialmente la perdita. La perdita finale sarà quindi di $15 per azione = (50*15) -$750.

Esempio di strategia Iron Condor

Per concludere, ecco un esempio di trading di opzioni con strategia Iron Condor. Un Iron Condor corto, cioè. Ancora una volta, le azioni Tesla sono a 180 euro. Non vi aspettate che il prezzo delle azioni si muova molto nel prossimo mese. Pertanto, acquistate un'opzione put con prezzo d'esercizio di 170 euro e un'opzione call con prezzo d'esercizio di 190 euro. Allo stesso tempo, l'investitore scrive un'opzione put con prezzo d'esercizio di 175 euro e un'opzione call con prezzo d'esercizio di 185 euro. Immaginiamo che le due opzioni scritte producano un premio totale di 800 euro. Le due opzioni acquistate costano 600 euro di premio. L'investitore si ritrova quindi con un premio netto di 200 euro.

Quando vengono esercitate, le opzioni call fruttano qualcosa solo se il prezzo supera i 185 euro, le opzioni put solo se il prezzo scende sotto i 175 euro. Se il prezzo si mantiene tra questi due prezzi, le opzioni non valgono nulla e vi restano 200 euro di profitto. Se il prezzo sale al di sopra del prezzo d'esercizio della call più alta, la perdita massima è di 500 euro, da cui si sottrae il profitto dei premi, per cui il risultato è di 300 euro. Questo perché la differenza tra i prezzi di esercizio delle opzioni scritte e acquistate, meno il premio ricevuto, rappresenta la perdita massima. Lo stesso vale se il prezzo scende al di sotto del prezzo di esercizio dell'opzione put più bassa.

Conclusione

Come avete letto, il trading di opzioni comporta dei rischi. Il trading di opzioni comporta l'uso della leva finanziaria, che può farvi vincere e perdere molto denaro in un breve periodo di tempo. Inoltre, bisogna sempre tenere d'occhio la data di scadenza delle opzioni.

Con questo articolo speriamo di avervi dato un'idea di come funziona il trading di opzioni. È possibile fare trading di opzioni su diversi mercati. Dal forex alle azioni, dalle criptovalute alle materie prime.

Tenete presente che la maggior parte degli investitori al dettaglio perde denaro con il trading di opzioni. Dovete valutare se potete permettervi di correre rischi elevati e perdere il vostro denaro. In caso di dubbio, rivolgetevi sempre a un consulente finanziario!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
Scorri in alto